Cerca
  • Giovanni Spaliviero

Il valore della Semplicità

Perché la semplicità è importante?



La semplicità rende la comunicazione più veloce, accelera lo scambio di idee.


Fa crescere più velocemente l'organizzazione. Fa risparmiare tempo. Fa risparmiare energia. Aumenta la capacità di prendere decisioni veloci e di qualità, decisioni migliori e in minor tempo. Migliora la qualità della vita e del lavoro.


Soprattutto, la semplicità è importante perché esiste la fatica di decidere o decision fatigue: Si può prendere solamente un numero finito di buone decisioni ogni giorno


  • La capacità di prendere buone decisioni è un muscolo che si allena. Più allenato è il muscolo, di miglior qualità saranno le decisioni che si riescono a prendere. Anche il muscolo più allenato ha un limite massimo di sforzo, oltre il quale non riesce a funzionare: oltre questo limite non si riesce più a decidere, oppure si prendono decisioni sub-ottimali.

  • L’ambiente imprenditoriale italiano risente cronicamente di decision fatigue. Questo è in larga parte dovuto a un sistema legislativo eccessivamente complesso, e a un sistema fiscale altrettanto complesso e oneroso. Questi fattori aumentano il numero di scelte che l’imprenditore deve prendere e conseguentemente il rischio e lo stress in ogni scelta, essendo il margine di errore molto basso.

  • L’imprenditore è essenzialmente un decision maker. Tuttavia, spesso viene posta relativamente poca attenzione alla tipologia e qualità di problemi che l’imprenditore deve gestire. Una cattiva gestione dei problemi, può essere frutto di scelte non accuratamente ponderate, o di una quantità eccessiva di scelte da prendere. Una buona gestione dei problemi concentra l’attenzione dell’imprenditore solo sulle scelte in cui il suo intuito è richiesto.

E’ pertanto fondamentale semplificare. Come? In 3 modi:


1. Meno scelte

  • Evitando di dover compiere la stessa decisione più volte

  • Delegando scelte eccessivamente complesse o banali ad altre persone

  • Creando routine

  • Cercando decisioni che aggreghino più problemi in una unica soluzione

  • Evitando di logorarsi su problemi irrisolvibili

  • Generando soluzioni che riducano il numero di problemi futuri

2. Scelte meno complesse

  • Cambiando il quadro di riferimento delle scelte da compiere

  • Eliminando elementi ridondanti e non necessari dalla formulazione del problema

  • Migliorando la qualità della domande e delle risposte apportando competenza

  • Scomponendo i grandi problemi in parti facilmente risolvibili

  • Affrontando i problemi per tempo prima che si aggravino

3. Migliore processo di scelta

  • Separando le aree di responsabilità in modo chiaro

  • Raccogliendo le decisioni da prendere in un solo posto

  • Separando i momenti di lavoro dai momenti di non-lavoro, ovvero i momenti di decisione dai necessari momenti di ristoro della mente

  • Trovando soluzioni che rafforzino e si integrino con altre soluzioni generando energia positiva


La nostra visione di semplicità


La nostra interpretazione di semplicità nasce dalla fusione di queste 3 grandi massime:

“ La semplicità è la suprema complessità” – Leonardo da Vinci

“Ogni cosa dovrebbe essere resa il più semplice possibile, ma non più semplice” – Albert Einstein

“ Un compito importante di ogni leader è assorbire la complessità e l’ambiguità di ogni situazione e restituire all’organizzazione un problema più semplice - un problema che sia effettivamente risolvibile” – Richard Rumelt


La semplicità è complessa, non va confusa col semplicismo, ed è il servizio migliore che ogni leader può fare per la sua organizzazione.

Simple Consulting
Via S. C. Borromeo 81 - 36061 Bassano d.G. (VI) 
CF / P IVA: 04118020249
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Facebook Icona sociale