Simple Consulting
Via S. C. Borromeo 81 - 36061 Bassano del Grappa (VI) - Italy 
CF / P IVA: 04118020249

Link Utili

 

Servizi

About

  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Google Places - Bianco Circle
  • Google+ - Bianco Circle
Cerca
  • Giovanni Spaliviero

I 3 Ingredienti di ogni Impresa

Aggiornato il: 7 nov 2018

Esistono diverse misure economiche, finanziarie, come anche operative per definire l’essenza di un'impresa.


In questo articolo vorrei analizzare però gli aspetti costitutivi e fondamentali sui quali si determina il successo o meno di una impresa, la sua esistenza e la sua sopravvivenza nel tempo.


Questi sono principalmente tre:


1- l'Immaginazione


2- il Coraggio


3- la Pazienza



Strategia Aziendale: Consulenza Strategica

Immaginazione


L'immaginazione è la capacità di vedere nuovi scenari, soluzioni nuove a problemi esistenti.


Tratto fondamentale di ogni imprenditore è la capacità di visualizzare nel dettaglio un futuro nuovo e di tenere questa immagine fissa nella mente, mentre supera le difficoltà che lo separano dal raggiungimento dell’obiettivo.


Chiamerei immaginazione positiva questa prima immaginazione, che è del tutto simile ad una ispirazione artistica. Ma non è sufficiente una immaginazione positiva senza una immaginazione negativa.


In questo secondo caso intendo la capacità di visualizzare le sfide che si pongono davanti e di pesarle dando loro la giusta rilevanza, e soprattutto la curiosità di individuarle ed anticiparle per poterle affrontare e risolvere per tempo.


Nell’equilibrio tra l’immaginazione positiva e quella negativa, e nella profondità di questa immaginazione si gioca una parte fondamentale del successo dell’impresa.


Coraggio


Costruendo dallo scenario immaginato, e da una attenta analisi dei rischi e delle opportunità, l’impresa è destinata a fallire senza una capacità e una spinta esecutiva notevoli, che richiedono una grande dose di coraggio.


Anche in questo caso il coraggio si distingue in due parti: il coraggio macro è la volontà di fare scelte radicali di fondo, il coraggio micro è invece la capacità di superare con fermezza e speranza le piccole o grandi sfide del quotidiano.


Dei due il più semplice è certamente il coraggio macro. Richiede una o due grandi scelte, certamente impegnative, ma che possono essere superate appoggiandosi ad una attenta analisi iniziale e buttando il cuore oltre l’ostacolo con spirito di avventura. Da lì in poi si è in campo aperto, e le vie di fuga pur essendoci divengono meno attraenti e più difficili.


Qui subentra il coraggio micro, cioè la capacità, la determinazione e la disciplina nell’affrontare tante piccole questioni che tutte contengono in misure diverse gradi di rischio e incertezze.


L’aspetto del coraggio è strettamente legato all’immaginazione e di questa si nutre, per cui è fondamentale coltivare entrambi in sinergia.



Pazienza


La pazienza è la capacità di soffrire per un obiettivo, che si coniuga nei due aspetti della persistenza e del saper aspettare.


La persistenza è la capacità di continuare ad attuare azioni volte a perseguire un risultato, senza avere immediati riscontri circa l’efficacia dei propri sforzi. In ambito commerciale ad esempio, è fondamentale la capacità di ripetere azioni propositive senza vedere immediatamente i risultati.


Il saper aspettare invece è la parte della pazienza non legata direttamente all’azione. E’ il caso dei grandi investitori che sanno attendere il momento giusto per acquistare o per vendere senza farsi sviare dalle impressioni momentanee del mercato.


La pazienza è soprattutto il seminare delle azioni e sapere che i frutti richiedono il loro tempo. E’ il rimanere nel proprio posto perseverando nel proprio intento, rimanendo però in dialogo costante e costruttivo col mondo esterno. Li si gioca la terza sfida fondamentale dell’impresa.



Da ultimo, la disciplina è ciò che lega i tre aspetti.


Disciplina nell’analizzare i problemi e immaginare soluzioni, disciplina nell’agire sul campo di battaglia, disciplina nell’agire anche senza vedere i risultati o nel fermare il desiderio di agire quando il momento non è ancora buono.


I tre elementi dell'immaginazione, del coraggio e della pazienza, legati dalla disciplina, sono dunque il fondamento di qualunque grande impresa sia essa economica come anche di qualunque altro tipo.




121 visualizzazioni